Come mantenere l'abbronzatura più a lungo? Rimedi naturali e consigli

Come mantenere l'abbronzatura a lungo? Consigli per idratare la pelle rimedi per prolungare la tintarella in aereo in auto e una volta tornate dalle vacanze

Commenti 0Stampa

Come mantenere l'abbronzatura? Questa è una delle domande che molte donne, ma anche gli uomini, si fanno una volta tornati dalle vacanze o dopo il periodo estivo. Diciamoci la verità la tintarella ci dona e ci fa sentire belle, inoltre, ci permette di abbandonare per qualche settimana fondotinta, cipria e make up ricercati perché ci basta un filo di trucco per sembrare subito in salute e bellissime.

Quindi quali sono i consigli per prolungare l'abbronzatura? Innanzitutto un buona crema solare e poi tanta tanta idratazione della pelle ma vediamo prima cos'è e come funziona l'abbronzatura e quanto dura di solito e i rimedi naturali per mantenerla tanto a lungo sulla pelle.

 

Perché la pelle si abbronza?

L'abbronzatura della pelle, chiamata in gergo medico melanogenosi, è un processo naturale che le cellule della pelle del viso e del corpo, attivano per proteggersi dall'azione dei raggi del sole e delle lampade abbronzanti.

Quando la cute viene colpita dai raggi del sole, infatti, si attiva un meccanismo che stimola la produzione di melanina, responsabile della nostra tintarella, da parte di alcune cellule chiamate melanociti. Per cui più la pelle contiene melanociti e più la nostra abbronzatura sarà dorata e scura, al contrario invece meno se ne hanno e più alto sarà il rischio di scottature ed eritemi solari, e di rimanere bianchicce anche dopo un'esposizione prolungata. 

Va comunque ricordato che oltre alla melanogenesi, c'è un altro processo sempre naturale che si attiva quando la pelle è colpita dal sole, si chiama ipercheratosi epidermica, e causa un ispessimento della pelle, pertanto, più è veloce questo processo e maggiori sono le possibilità di avere un'abbronzatura perfetta e duratura.

 

Quanto dura l'abbronzatura estiva, invernale o delle lampade?

L'abbronzatura, come abbiamo detto, è un meccanismo di protezione e difesa che le cellule della pelle attivano nei confronti dei raggi del sole e delle lampade abbrozzanti, 

Affinché la pelle possa assumere un colorito degno di chiamarsi abbronzatura, occorrono circa 3 giorni, questo è infatti il lasso di tempo che serve alla melanina per fissarsi alla cute. 

Ma quanto dura l'abbronzatura? Circa 3 settimane, senza ulteriori stimoli. Ciò significa che una volta tornate dalla vacanze o dopo aver fatto una lampada, se non ci esponiamo di nuovo al sole, entro 21 giorni quella tintarella che ci piaceva tanto, si attenuerà pian piano fino a sparire completamente. Come mai?

Perché il ciclo di vita delle cellule della pelle che dura solitamente 28 giorni, con l'abbronzatura si riduce a 21 giorni. Inoltre, essendo la tintarella un meccanismo di difesa della pelle nei confronti dei raggi UVB, tale stimolazione è del tutto transitoria per cui finito il pericolo, cessa quel bel colorito compatto, lasciando spazio alle nuove cellule e alla desquamazione cutanea, che porta a spellarsi ed avere un'abbronzatura ormai spenta e a chiazze. Arrivate a questo punto, poi non rimane altro che munirsi di un bel guanto di crine e togliere gli ultimi residui di tintarella e tornare al nostro colorito naturale.

 

Come mantenere l'abbronzatura più a lungo? Consigli:

Come fare a prolungare l'abbronzatura? Il primo consiglio per mantenere a lungo l'abbronzatura è proteggere la pelle durante l'esposizione al sole ed evitare il più possibile scottature solari ed eritemi poi, se si torna dalla vacanze in auto, treno e aereo occhio alla aria condizionata. Perché? Perché secca molto la pelle e può favorire essere quindi nemica della tintarella, per cui per mantenere l'abbronzantura in aereo ci vuole tanta idratazione, quindi spalmatevi tanta, ma tanta crema idratante su tutto il corpo, se non potete portarla con voi perché contraria alle leggi sui liquidi a bordo, acquistatela dopo il check in presso i negozi in aeroporto, oppure, procuratevi una crema compatta.

  1. Utilizzare un bagnoschiuma non aggressivo, infatti, molti pensano che a togliere la tintarella sia la doccia. In realtà ciò che lava via il bel colorito dorato dalla pelle, sono i saponi ricchi di tensioattivi, ossia, quei detergenti che fanno tanto schiuma. Pertanto se vogliamo mantenere un'abbronzatura perfetta al rientro a casa dopo le vacanza, è sicuramente quello di utilizzare saponi neutri e dolci a base di crema idratante o oli come olio di argan, tea tree oil, macadamia ecc.
  2. Un rimedio naturale per prolungare l'abbronzatura è fare un bagno con acqua tiepida in ci si è fatto sciogliere del thè nero. Questa sostanza infatti, ha la capacità di ravvivare il colore della pelle abbronzata.
  3. Idratare la pelle tutti i giorni, ciò consente alla cute di non seccarsi troppo e di spellarsi prima del previsto. Per cui durante le vacanze, dopo l'esposizione al sole protetta sempre con delle creme solari adatte al proprio fototipo, fare una doccia con bagnoschiuma neutro, e spalmare una buona dose di crema doposole sul viso e su tutto il corpo. Una volta a casa invece, continuare ad idratare la pelle 2 volte al giorno, mattina e sera, con prodotti più emollienti e super idratanti, oppure, con creme a base di acido ialuronico, sostanza già presente nel nostro organismo, dalla quale dipende insieme al collagene l'elasticità della pelle e la difesa contro il photoaging, ossia, l'invecchiamento precoce della pelle. Se la pelle è molto secca, provare ad utilizzare sulla pelle ancora bagnata, degli oli come l'argan, macadamia, o quello che va tanto di moda oggi, olio di Monoi, usato dalle donne thaitiane da più di un secolo per proteggersi dalle alte temperature e dagli effetti del sole, questo vi permetterà di raggiungere un alto livello di reidratazione della pelle.
  4. Usa l'autoabbrozante: se non puoi prendere il sole perché i tuoi impegni ti impediscono di concederti una pausa al mare o in piscina, o sul terrazzo di casa, allora prova ad usare un buon prodotto autoabbronzante, chiedi consiglio alla tua profumeria o erboristeria di fiducia, oppure, opta per prodotti a base di tirosina che aiuta a stimolare la melanina. 
  5. Se desideri mantenere l'abbronzatura il maggior tempo possibile, ricorsati di non utilizzare creme che favoriscono il ricambio cellulare, come ad esempio gli esfolianti alfa-idrossiacidi, acido glicolico e salicilico, usati per i peeling anche profondi.
  6. Fai uno scrub leggero su viso e corpo, questo non toglierà l'abbronzatura ma solo le cellule morte e lo farà in modo omogeneo senza lasciare alcuna antiestetica macchia. Puoi fare anche uno scrub naturale, per una profonda pulizia del viso fai da te.
COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti