Detergente intimo migliore antiodore antimicotico candida buon INCI

Detergente intimo buon INCI verde da supermercato quale scegliere? Sapone antimicotico per candida, antibatterico o antiodore? Come deve essere il pH?

Commenti 0Stampa

Il detergente intimo, è un prodotto cosmetico per l’igiene personale molto importante. Il buon funzionamento dell’apparato genitale dipende da molti fattori, tra cui anche una corretta ed accurata igiene intima. 

Ogni donna ha però bisogno di un detergente intimo specifico, scelto in base alle proprie esigenze fisiologiche e personali.

Vediamo quindi innanzitutto quali sono le regole di una buona igiene intima e qual è il migliore detergente intimo.

 

Igiene intima: perché è importante?

Perché è importante l'igiene intima? Il buon funzionamento dell’apparato femminile dipende da molti fattori, tra cui una corretta igiene intima quotidiana.

Eseguire un’accurata igiene intima, infatti, aiuta a prevenire diversi disturbi causati da batteri, funghi, allergie, irritazioni o traumi.

Solitamente le nostre difese immunitarie, riescono sempre ad impedire infiammazioni o infezioni nelle parti intime o del collo dell’utero, ma alcune volte queste possono prendere il sopravvento e diventare piuttosto fastidiose, e causare problemi anche al partner; quando succede poi, occorre, per forza di cose, rivolgersi al proprio ginecologo.

Oltre però alle infezioni batteriche e micotiche come ad esempio la candida, esistono patologie legate a forme allergiche causate dall’esposizione a sostanze chimiche contenute nei detergenti intimi o all’uso di biancheria sintetica che non lascia la respirare la pelle in modo adeguato. 

Inoltre, indumenti troppo stretti, sport particolari come lo spinning, rapporti troppo frequenti, possono talvolta causare delle irritazioni. Una corretta igiene intima, può quindi evitare tutti questi problemi ed impedire, o ridurre, la proliferazioni di germi e batteri.

 

Igiene intima durante le mestruazioni, menopausa e in gravidanza:

Come abbiamo già detto, un’accurata e corretta igiene intima, aiuta ad evitare, e quindi a prevenire molte patologie che colpiscono l’apparato genitale femminile.

La prima regola per una corretta igiene intima, è lavarsi partendo sempre dall’alto verso il basso, in modo da evitare che eventuali batteri provenienti dall’ano, possano essere trasportati con la mano alla vagina.

Inoltre, è bene non utilizzare detergenti intimi troppo aggressivi o contenenti medicinali, a meno che non vengano prescritti dal medico, in quanto potrebbero alterare l’acidità naturale della pelle.

Per cui, è meglio scegliere saponi intimi più leggeri e un po’ più acidi, formulati appositamente per questa zona del corpo, così delicata e sensibile.

Un’altra regola per una buona igiene intima, è scegliere il miglior detergente intimo in base all’età della donna, in quanto con la crescita cambiano anche le esigenze dell’apparato femminile.

  • Igiene intima durante il periodo mestruale: durante i giorni del ciclo mestruale, ogni donna, deve fare particolarmente attenzione all’igiene intima, infatti, gli esperti consigliano di lavarsi più volte al giorno con un detergente intimo acido con pH 4;
  • Igiene intima in menopausa: questo particolare periodo della donna, richiede ancora più attenzione, in quanto con la cessazione dell’età fertile, viene meno la produzione di estrogeni da parte dell’organismo, che sono gli ormoni responsabili dell’elasticità dei tessuti. Per questo è importante, seguire sempre frequenti lavaggi giornalieri, al fine di evitare l’insorgere di disturbi.
  • Igiene intima in gravidanza: questo è un altro periodo, in cui le donne devono porre ancora più attenzione alla loro igiene intima. A causa delle continue perdite biancastre determinate dalla produzione eccessiva di muco, caratteristica delle donna incinte, si potrebbe verificare una proliferazioni di germi patogeni. Per questo, è importante utilizzare un detergente intimo leggermente disinfettante e antibatterico.

 

Detergente intimo migliore: antiodore antimicotico candida e antibatterico

Per una corretta igiene intima, scegliere il miglior detergente intimo in base alle proprie esigenze fisiologiche, è molto molto importante, perché fare la scelta sbagliata, o farla in modo superficiale e affrettato, può farci esporre a problemi fastidiosi che potevano tranquillamente essere evitati.

Per cui, per scegliere il miglior detergente intimo, occorre innanzitutto considerare il PH della pelle, ricordando che la donna in età fertile ha un pH molto acido intorno a 5 che, scende a 4 quando ha la mestruazione.

Il detergente intimo deve poi avere:

  • Una leggera azione antisettica antimicotica antibatterica, al fine di ridurre o eliminare, eventuali bruciori o irritazioni;
  • Azione antiodore e rinfrescante: anche se non influisce direttamente sul buon funzionamento dell’apparato femminile, un detergente deodorante, contro i cattivi odori, è comunque importante per il benessere psicofisico della donna;
  • Azione lenitiva: utilizzare un detergente intimo a base di estratti vegetali, come può essere la camomilla, è importante per evitare l’eccessiva secchezza, sopratutto se siamo in menopausa.
  • PH giusto: scegliere il detergente in base al proprio pH della pelle, ricordando che in età fertile il pH è tra il 3,5 ed il 5 mentre con l’avanzare dell’età, in menopausa e in giovane età il pH è più neutro. Riassumendo:
    • pH è acido quando è compreso tra 0 e 6;
    • pH è neutro se è uguale a 7;
    • pH basico o alcalino: se compreso tra 8 e 14.
  • Buon INCI verde: leggere sempre attentamente l’elenco ingredienti INCI, al fine di evitare di utilizzare detergenti intimi composti da tensioattivi aggressivi, profumi, petrolati, siliconi ecc.

 

Detergente intimo buon INCI da supermercato:

Tra i detergenti intimi buon INCI da supermercato, troviamo:

  • Detergente intimo ViviVerde Coop: è un prodotto cosmetico per l’igiene intima proveniente da agricoltura biologica a base di aloe vera e camomilla, rispetta il pH fisiologico delle mucose ed è arricchito di acido lattico che aiuta a mantenere in equilibrio la flora vaginale. Ha un’azione protettiva e lenitiva. Per leggere l'INCI detergente intimo ViviVerde Coop.
  • Detergente intimo delicato Omnia Botanica: questo sapone intimo è a base di estratti vegetali come l’elicriso ed il ribes nigrum. E’ estraente delicato pur garantendo freschezza e protezione giornaliera senza alterare le difese naturali della pelle. Acquistabile presso supermercati Iper e Auchan.
  • Detergente intimo Omia Laboratories: sapone Gel con pH 3,5 a base di aloe vera eco-bio, ossia, ecologico e biologico certificato. INCI verde senza SLES. Il prodotto è acquistabile nelle grandi catene di supermercati.
  • Detergente intimo Mil Mil Natura Bio: è certificato Natrue (Natural Cosmetics) ed è composto per il 99,6% da ingredienti naturali o di origine naturale anche provenienti da agricoltura biologica. I tensioattivi utilizzati sono di origine vegetale. Il prodotto è acquistabile nelle grandi catene di supermercati.
  • Detergente intimo bio Forsan: con estratto di malva da agricoltura biologica, è specifico per chi soffre di allergie e intolleranze. Si può comprare nei supermercati: Ipercoop, Acqua e Sapone e Auchan;
  • Detergente intimo Gently Care Eco Bio: acquistabile presso i discount Todis, è un sapone intimo eco-bio, ecologico biologico con estratti di salvia provenienti da agricoltura biologica e formulato con tensioattivi di origine naturali;
  • Detergente Intimo Cien: supermercati Lidl, il sapone non è ECO-BIO ma ha un buon INCI.
COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti