Dieta dottor Lemme funziona? Dimagrire velocemente 10 chili in 1 mese

Dieta Lemme funziona? Cosa mangiare ed evitare per perdere peso velocemente 10 chili in un mese con menu tipo settimane e le due fasi filosofia alimentare

Commenti 0Stampa

La dieta del Dottor Lemme, è un regime alimentare passato agli oneri di cronaca per aver fatto dimagrire e “cambiare volto” ad un noto personaggio, Flavio Briatore.

Ma questa dieta Briatore - dieta Lemme funziona veramente?

Quanti chili si possono perdere in un mese?

Fa bene, o ci sono dei rischi o controindicazioni?

Quali sono le opinioni su questa nuova filosofia alimentare? Cosa si mangia?

Vediamo di rispondere a tutte queste domande.

 

Dieta dottor Lemme cos’è?

La Dieta dottor Lemme, è un regime alimentare, o meglio, è una nuova filosofia alimentare che si basa su un principio basilare, ossia, Lemme rifiuta categoricamente il calcolo delle calorie per dimagrire.

Nel suo libro, infatti, il farmacista Lemme, spiega che il suo metodo per ridurre l’obesità o il sovrappeso, non si basa sul conteggio delle calorie bensì sui principi biochimici degli alimenti, ovvero, delle reazioni che gli alimenti una volta ingeriti, scatenano nell’organismo.

Per questo motivo che, alla base della dieta Lemme, sono vietati i seguenti alimenti e condimenti:

  • Vietato il SALE: in quanto il sodio aumenta il rischio di ipertensione ed alza l’indice glicemico negli alimenti; l’indice glicemico non è altro che l’unità di misura con cui si calcola l’aumento di velocità della glicemia dopo i pasti. Se l’indice è basso si tende ad essere subito sazi e a non ingrassare, se è alto invece significa che vi è troppo glucosio nel sangue. Tale indice. inoltre, può subire variazioni molto drastiche, a seconda dell’orario in cui viene ingerito un determinato cibo, influenzando così la glicemia e di conseguenza il peso ed il dimagrimento. Per questo motivo che il dottor Lemme, consiglia di mangiare la pasta entro le 9 del mattino, proprio perché il nostro metabolismo la mattina funziona meglio e la pasta invece che far ingrassare, farebbe dimagrire.
  • Vietato lo zucchero: perché quello industriale va a stimolare l’insulina che nel corpo umano, è l’unico ormone in grado di far aumentare l’adipe;
  • Vietato il PANE: nella dieta Lemme, infatti, sono accettati solo alcuni tipi di carboidrati sotto forma di pasta che ricordiamo non può essere salata e qualche frutta e verdura. Il pane comunque, viene introdotto nella seconda fase della dieta, ma mai associato alla pasta, in quanto l’accoppiata di questi due cibi, fa raddoppiare le quantità di carboidrati ingeriti.
  • Vietato abbinare carne e pasta, proteine con carboidrati: secondo la filosofia del dottor Lemme, nell’arco della stessa giornata, non è possibile accostare cibi proteici a quelli ricchi di carboidrati.

 

Dieta Lemme funziona davvero? Le due fasi:

Dieta Lemme funziona davvero e come?

La prima fase della dieta Lemme, promette un dimagrimento di 10 chili in un mese, per cui se si desidera dimagrire solo 5 chili, la dieta va effettuata solo per 2 settimane.

In quota fase, ogni due giorni, il paziente deve informare il dottor Lemme circa il calco del peso, dei sentimenti persi e dell’eventuali reazione metaboliche che si sono avute, a seguito della modifica del regime alimentare. In base a tutti questi dati, il dottore crea un nuovo menù per i successivi 2 giorni.

La seconda fase dieta Lemme è chiamata anche fase dell’educazione alimentare, e dura precisamente 3 mesi. In questo periodo, il paziente segue un regime alimentare di mantenimento, al fine di rendere stabile il dimagrimento ottenuto nella prima fase della dieta.

In questa seconda fase, vengono reintrodotti alcuni alimenti che variano in funzione dei propri gusti alimentari.

 

Dieta Lemme cosa mangiare e e cibi da evitare?

Dieta Lemme cosa mangiare? Gli alimenti consentiti dalla filosofia alimentare Lemme sono la carne ed il pesce, le cui carni possono essere cucinate aggiungendo olio e spezie ma rigorosamente senza sale. Nella prima fase, inoltre, possono essere assunti solo alcuni tipi di frutta e verdura.

Caffè e tè sono ammessi, in quanto contengono delle sostanzecne sono in grado di stima polare gli ormoni, con effetti contrari all’insulina, e per questo aiutano a far dimagrire. In particolare, tra gli ormoni che favoriscono il dimagrimento, ci sarebbe l’adrenalina che stimola il dimagrimento biologico.

Per condire gli alimenti si può usare l’olio extravergine di oliva, aglio, prezzemolo, peperoncino, basilico, timo, cipolla.

Quali sono i cibi vietati nella dieta Lemme? Nel libro, Lemme afferma che ingerendo anche piccole quantità di carote, pomodori, latte, vino, dolci o aceto, il corpo reagisce producendo la bellezza di mezzo chilo di grasso. Secondo il farmacista Lemme, ciò è dovuta alò fatto che ad esempio il pomodoro, una volta ingerito, stimola nel corpo la produzione di insulina che, dal punto di vista biochimico è l’ormone responsabile della produzione di tessuto adiposo, per cui maggiore è la stimolazione dell’insulina e più tessuto adiposo si produce.

 

Dieta Lemme esempio menu tipo settimanale:

Un esempio di menu settimanale tipo di dieta Lemme potrebbe essere il seguente:

Primo e secondo giorno:

  • Colazione: mangiare del tacchino senza sale + caffè;
  • Pranzo: filetto di manzo e caffè;
  • Cena: pesce spada e caffè.

La carne ed il pesce possono essere cucinati con qualsiasi tipo di cottura, il condimento solo con gli ingredienti ammessi e che abbiamo elencato nel paragrafo sopra, senza limitazioni di quantità, l’importante è non salarli e non aggiungere zucchero al caffè.

 

Terzo e quarto giorno

  • Colazione: pasta senza sale condita con olio e peperoncino + caffè;
  • Pranzo. petto di pollo + caffè;
  • Cena: sogliola + caffè.

Anche in questo caso non bisogna aggiungere sale o zucchero, vanno usati solo i condimenti ammessi.

 

Quinto e sesto giorno:

  • Colazione: carciofi + caffè;
  • Pranzo: bistecca fiorentina + caffè;
  • Cena: orata + caffè;

 

Settimo e ottavo giorno:

  • Colazione: pasta senza sale condita con olio e peperoncino + caffè;
  • Pranzo: petto di pollo + caffè;
  • Cena: sogliola + caffè.

 

Controindicazioni effetti collaterali rischi dieta Lemme? 

Dieta Lemme controindicazioni, effetti collaterali e rischi: Sebbene la dieta Lemme sia osannata da molte molte persone che effettivamente hanno perso tanti tanti chili, mentendo i tessuti e la pelle tonici e perfettamente elastici, la comunità scientifica però avverte sui rischi che questo regime alimentare, potrebbe causare alle persone.

La dieta Lemme, infatti, si basa sull’assunzione di molti cibi proteici che lungo andare, potrebbero affaticare reni e fegato. 

Al fine di ridurre questi eventuali problemi, si dovrebbe aiutare l’organismo, bevendo almeno 2 litri al giorni, ma se si hanno già delle insofferenze a reni e fegato, questa dieta è sconsigliata, in quanto troppo rischiosa.

Stesso consiglio, per chi soffre di pressione bassa o di cali di pressione, in quanto essendo vietato il sale e lo zucchero, ciò potrebbe causare svenimenti, capogiri o debolezza.

Prima di iniziare la dieta Lemme, o qualsiasi altro regime alimentare ipocalorico, rivolgersi sempre al proprio medico di fiducia, ad un dietologo o ad un nutrizionista.

Si può seguire la Dieta Lemme in gravidanza? No, la dieta Lemme non può essere seguita dalle donne in gravidanza, in quanto la privazione di determinati alimenti, potrebbero nuocere allo sviluppo del bambino. 

Attenersi quindi sempre alle indicazioni del proprio ginecologo.

E durante l'allattamento? Stesso discorso della gravidanza, anche per la fase di allattamento, la dieta Lemme sarebbe meglio evitarla.

COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti