Dieta scientifica sgonfia pancia: dimagrire con gli alimenti no FODMAP

Vuoi un rimedio per la pancia gonfia? Prova la nuova dieta scientifica del dott. Corazziari funziona davvero e serve per sgonfiare, dimagrire e perdere peso

Commenti 0Stampa

Dieta scientifica sgonfia pancia: La pancia gonfia è un problema comune a molte donne ma anche a tantissimi uomini, basti pensare che in Italia a soffrire di questo disturbo sono circa 12 milioni di persone. Da oggi però c'è una novità, finalmente potremmo dire addio alla pancia gonfia con la nuova dieta scientifica tutta italiana, i cui dati ufficiali e scientifici sono stati appena presentati all'Expo di Milano e alla Digestive Disease Week di Washington.

Vediamo cos'è e come funziona la dieta, quali sono gli alimenti che bisogna evitare perché ritenuti Fodmap, ossia, ad alta capacità fermentativa come ad esempio i legumi, alcune varietà di verdure cerali, frutta tipo mele, pere, pesche, mango e latticini ma anche i dolcificanti e i consigli del dottor Corazziari, il gastroenterologo dell’Università La Sapienza di Roma, che ha condotto lo studio.

 

Dieta scientifica sgonfia pancia cos'è?

I dati dello studio scientifico sulla pancia gonfia, sono stati presentati dal professor Enrico Stefano Corazziari, gastroenterologo dell’Università La Sapienza di Roma, all’EXPO di Milano e alla “Digestive Disease Week” di Washington. La ricerca ha infatti evidenziato i benefici di una dieta scientifica priva di alcuni alimenti rispetto ad alti, per cui basta con programmi alimentari che prometto miracoli o da diete da 1100 calorie per sgonfiare la pancia, da oggi sarà sufficiente seguire le indicazioni e le istruzioni del professor Corazziari per sentirsi in forma, perdere peso, togliere il brutto gonfiore dalla pancia e ridurre i disturbi della cd. sindrome da intestino irritabile.

Dieta scientifica pancia gonfia cos'è? E' un regime alimentare, messo a punto dal prof. Corazzieri, basato su uno studio scientifico lungo 2 anni che ha dimostrato come su un campione di circa 75 pazienti tra uomini e donne affetti da pancia gonfia e da intestino irritabile, i disturbi si siano ridotti del 40% solo nel primo mese, e al 66% dopo 16 mesi. Oltre alla riduzione del gonfiore, si è evidenziata una riduzione, quasi della metà, del dolore addominale.

 

Come funziona la dieta scientifica del prof. Corazzieri?

Come funziona la dieta? In modo semplicissimo, si devono evitare gli alimenti FODMAP, ossia, quei cibi che risultano ad alta fermentazione. Il professore Corazzieri, spiega a tale proposito che la fermentazione dei cibi, specialmente nelle persone maggiormente predisposte, può generare un accumulo di gas che, insieme ad un maggior afflusso di acqua, può causare distensione del lume intestinale e dolore addominale.

Per cui, sempre per il professore, grazie alla ricerca e al progresso scientifico, appare ormai superato il vecchio motto "noi siamo quello che mangiamo" a favore di un nuovo concetto "noi siamo il cibo che assorbiamo e soffriamo per quello che non assorbiamo e che la flora fermenta".

 

Dieta scientifica sgonfia pancia: elenco alimenti da evitare

Cosa significa che un cibo rientra tra gli alimenti FODMAP? Significa che è un alimento a grande fermentazione, per cui se assunto da una persona ipersensibile al gonfiore e all'accumulo di gas, ne farà aumentare il disturbo e il dolore addominale. Vediamo quindi qual è l'elenco dei cibi da evitare o ridurre nella dieta scientifica pancia gonfia del prof. Corazzieri:

  • Si deve evitare di mangiare prodotti a base di frumento e segale. Per cui niente pane, pasta, crackers o biscotti se preparati con queste due farine;
  • La frutta va mangiata ma occorre eliminare dalla dieta le albicocche, cachi, ciliegie, cocomero, mango, mele, pere, prugne e susine;
  • Tra i dolcificanti vanno evitati, perché ad alto contenuto di fermentazione, il fruttosio, il miele, mannitolo, sciroppo di mais, sorbitolo e xilitolo;
  • Tra i latticini invece evitare il latte e formaggi morbidi e freschi come ad esempio la ricotta, lo stracchino, formaggio spalmabile, fiocchi di latte ecc.
  • Tra le verdure fodmap ci sono: aglio, asparagi, barbabietole, broccoli, carciofi, cavoletti di Bruxelles, cavolfiore, cavolo, finocchio, funghi, piselli e scalogno,
  • Tra i legumi: assolutamente vietati i ceci, fagioli, fave e lenticchie.

 

Regole e istruzioni su alimenti no FODMAP: cosa mangiare?

Per ridurre la pancia gonfia, i disturbi da intestino irritabile e il dolore addominale causato dall'alimentazione, secondo la dieta pancia gonfia del dott. Corazziari bisogna seguire queste 6 regole che ci dicono cosa mangiare:

1) Tra i cereali: scegliere sempre il farro e i prodotti senza glutine;

2) Mangiare formaggi stagionati e bere latte senza lattosio, di mais, di soia o riso;

3) Mangiare sempre la frutta prediligendo però: arance, banane, fragole, kiwi, lamponi, limoni, mandarino, mirtilli, pompelmi e uva;

4) Si alle verdure ma in particolare quelle no fodmap come fagiolini, lattuga, melanzane, peperoni, sedano e zucca;

5) Mangiare tanti pomodori perché sono ricchi di licopene;

6) Tra i dolcificanti invece scegliere tra glucosio, dolcificanti che non terminano in "olo", saccarosio, e sciroppo d'acero.

COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti