Eritema solare rimedi contro prurito dolore bruciore bollicine pelle

Rimedi eritema solare come fare in caso di una scottatura o ustione solare causata dall'eccessiva esposizione al sole e ai raggi UV e cosa evitare rischi

Commenti 0Stampa

L’eritema solare è uno dei disturbi più caratteristici e comuni del periodo estivo. 

Quando a causa della poca attenzione e di una protezione solare non adeguata, l’esposizione al sole e i raggi UV risultano eccessivi, ecco che sulla pelle del corpo, può comparire una scottatura o ustione.

Vediamo quindi quali sono i rimedi per l’eritema solare, cosa fare e cosa evitare, e cosa succede se l’eritema viene su un bambino.

 

Eritema solare cos’è?

L’eritema solare è un disturbo causato dall’eccessiva esposizione ai raggi solari. Se la pelle, infatti, non viene protetta in modo adeguato, con creme solari ad alto fattore protettivo, c’è l’altissimo rischio che la pelle possa arrossarsi in modo importante, causando arrossamenti estesi, bruciore, gonfiore e piccole bollicine che danno tantissimo prurito, fino a dar luogo nei casi più gravi a vesciche molto molto fastidiose.

Questo tipo di irritazione, che è quindi la risposta della pelle alla sovraesposizione solare, compare dopo circa 6 - 12 ore dall’esposizione al sole ed è più grave della semplice scottatura.

 

Cosa causa l’eritema solare? 

Quali sono le cause dell'eritema solare? L'eritema solare e la sua gravità, dipendono anche dal fototipo, ossia, dalla classificazione dermatologica sulla base della quale si suddividono le persone in base al colore della pelle e quindi dalla quantità di melanina presente.

Sulla base di tale classificazione, la popolazione mondiale di divide in 6 fototipi diversi, dove nel primo rientrano tutte le persone che hanno una carnagione chiarissima e nel 6° chi ha la pelle molto molto scura.

Ovviamente tra le cause dell’eritema solari, c’è anche la quantità di raggi UV assorbita che influisce direttamente sulla reazione cutanea, anche se persone apparenti al fototipo 1, 2  e 3 sono più a rischio.

 

Eritema solare rimedi: prurito dolore bruciore bollicine

Prima di illustrare i possibili rimedi contro l’eritema solare, va detto che questo tipo di irritazione tende a guarire spontaneamente entro 4 o 5 giorni, durante i quali è ASSOLUTAMENTE VIETATO prendere il sole. Se però l’eritema solare compare ogni anno, a lunga andare, potrebbero comparire patologie molto più serie come ad esempio le macchie scure sulla pelle, melanoma e fotoinvecchiamento, cioè l'invecchiamento precoce della pelle a causa dell’eccessiva esposizione ai raggi del sole che si manifesta con rughe e pelle evidentemente disidratata.

  1. Fatta questa premessa, vediamo quali sono i rimedi contro l'eritema solare:
  2. Se il bruciore è eccessivo, è possibile assumere un antidolorifico-antinfiammatorio;
  3. Fare degli impacchi naturali calmanti da applicare direttamente sulla pelle a base di camomilla, melone, yogurt;
  4. Bere moltissima acqua al fine di evitare la disidratazione;
  5. Bagnare la scottatura solare, facendo scivolare sopra dell’acqua corrente non troppo fredda.
  6. Se l’eritema solare dovesse essere molto esteso, andare subito dal medico o dalla guardia medica;
  7. Fare una doccia fredda o applicare del ghiaccio avvolto in uno strofinaccio di cotone, sulla zona interessata;
  8. Idratare abbondantemente la pelle arrossata con una crema idratante, o ancora meglio con oli naturali al 100% particolarmente lenitivi come il burro di Karatè, olio di cocco, olio di mandorle dolci, olio di Jojoba etc…
  9. Per prevenire in futuro l’eritema solare: si consiglia di introdurre nella dieta, cibi particolarmente ricchi di betacarotene e vitamina E, che aiutano a stimolare la produzione di melanina. Per cui via libera a carote, albicocche, melone, pomodori, spinaci, asparagi, ceci, frutti di bosco e avocado.

 

Cosa non fare in caso di eritema solare?

Come abbiamo già detto, i sintomi dell’eritema solare, tendono a sparire spontaneamente entro 4-5 giorni dall’eccessiva esposizione al sole.

  • Per aumentare la rapidità di guarigione, occorre osservare qualche regola di buon comportamento ed evitare quelle che potrebbero ritardarla se non peggiorarla:
  • Nei giorni successivi alla comparsa dell'eritema solare, non bisogna esporsi al sole, perché l pelle è troppo irritata e priva di difese;
  • Non ci deve grattare, anche se il prurito è insopportabile, perché ciò potrebbe far aumentare l'irritazione e far peggiorare l'infiammazione;
  • Non bisogna mai rompere le bolle d'acqua, perché aumenterebbe il rischio di infezione:
  • Per asciugarsi tamponare la pelle con un asciugamano morbido, in questo modo si eviterà di arrossare ancora di più la zona;
  • Non fare peeling sulla zona del corpo affetta da eritema, anche gli scrub naturali fai da te vanno evitati per un po';
  • Non fare lampade abbronzanti o abbronzature spray nella settimana successive, o almeno, fino a quando l'eritema sarà finalmente scomparso;
  • Quando l'eritema scompare, usare delle buone creme solari ed esporsi al sole gradualmente. Ricordatevi, infatti, che è possibile abbronzarsi velocemente e mantenerla a lungo senza esporsi a rischi inutili, ecco perché è anche importante preparare la pelle al sole
COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Lascia un commento
Contatti