Acidi grassi Omega 3: dove si trovano, alimenti e controindicazioni

Omega 3 benefici e controindicazioni degli acidi grassi buoni che fanno bene al colesterolo, al cuore, al cervello come prevenzione dei tumori e del diabete

Commenti 0Stampa

Gli Acidi grassi Omega 3 sono i grassi buoni che fanno bene alla salute che migliorano le prestazione del nostro cervello e del sistema nervoso, riducono il rischio di tumori, oltre ad avere poi anche altre importanti proprietà.

Sia che che gli omega 3 vengano assunti tramite la nostra alimentazione quotidiana che attraverso gli integratori di acidi grassi buoni, è importante non eccedere nelle dosi giornaliere consigliate che sono pari a 3 mg al giorno. Eccedere di omega 3, infatti, potrebbero portare ad aumento del rischio di emorragie, ictus, presenza massiccia di metalli pesanti nell'organismo e disturbi gastointestinali.

 

Acidi grassi Omega 3 dove si trovano? Alimenti:

Dove si trovano gli acidi grassi Omega 3? Gli alimenti ricchi di Omega 3 che, come abbiamo visto prima, sono acidi grassi buoni fondamentali per la salute, si trovano in molti cibi come ad esempio:

  • Pesce: è l’alimento che contiene la più alta concentrazione di omega 3 specialmente nel salmone, merluzzo e pesce azzurro come alici, sardine, sgombro, tonno e crostacei;
  • Olio vegetale: nell’olio di pesce e nell’olio di lino, troviamo le maggiori quantità di omega 3. Per maggiori benefici, l’olio deve essere assunto a crudo in quanto le alte temperature danneggiano gli acidi grassi, facendogli perdere tutte le proprietà benefiche.
  • Noci, arachidi e frutta secca: non solo pesce ed olio, ma anche la frutta secca contiene una buonissima concentrazione di Omega3.

 

Cosa sono gli Omega 3? Infiammazioni e colesterolo cattivo:

Cosa sono gli Omega 3? Gli acidi grassi Omega 3, sono sostanze che fanno molto bene alla salute, in quanto svolgono un ruolo importante all’interno dell’organismo, sono infatti in grado di:

penetrare nella membrana cellulare garantendo la sua integrità e un’adeguata ossigenazione;

Rendere il sangue più fluido, attraverso la regolazione delle piastrine;

Riducono le infiammazioni;

Riducono il colesterolo cattivo.

Per cui gli omega 3 sono dei veri e propri toccasana per il corpo perché aiutano a proteggere l cuore dalle patologie cardiovascolari, in quanto rendendo il sangue più fluido, abbassano il colesterolo, i trigliceridi, e la pressione alta, prevedendo così ictus, e infarti e migliorando il ritmo cardiaco.

Sono inoltre efficaci nel contrastare la psoriasi, l’artrite ed altre infiammazioni, stimolano la memoria e la concentrazione in quanto vanno a stimolare il funzionamento delle cellule nervose, favorendone l’interazione.

Ma non è finita qua, gli omega 3 contribuiscono anche al buon funzionamento della retina, riducono il rischio di diabete di tipo 2 ed il rischio di parti prematuri.

 

Acidi grassi Omega 3 controindicazioni:

Omega 3 benefici: Come abbiamo potuto vedere gli Omega 3 rappresentano un ero e proprio elisir di lunga vita, ecco perché molti medici prescrivono agli anziani una dieta ricca di acidi grassi buoni o di integratori di omega 3 che possono essere assunti per via orale, quando la sola alimentazione non basta a raggiungere il giusto apporto. 

Pertanto, gli ascidi grassi omega 3 oltre ad allungare la vita. ne migliorano la qualità, esistono infatti molti studi che dimostrano la loro efficacia nella prevenzione della depressione e nel mantenere il cervello attivo, in quanto sostanze coinvolte nello sviluppo dell’intelligenza umana.

Molto spesso poi, tra i rimedi naturali contro il mal di testa, troviamo i semi di lino, che hanno proprietà antinfiammatorie grazie alle alte quantità di acidi grassi che posseggono, motivo per cui chi soffre di emicranie ricorrenti, sarebbe importante includere nella propria alimentazione, i semi di lino oppure l’olio di semi di lino per condire a crudo gli alimenti. 

Omega 3 controindicazioni: sebbene gli acidi grassi omega 3 siano molto importanti per il corretto funzionamento del nostro organismo, è importante non superare la dose giornaliera di 3 grammi al giorno di Omega 3 in quanto il loro consumo eccessivo potrebbe avere un risvolto della medaglia.

Ciò significa che se abusiamo di omega 3 è possibile incorrere ad effetti collaterali quali ad esempio un aumento del rischio di ictus ed emorragie, aumento di metalli pesanti come il piombo, mercurio nickel che si trovano nei grandi pesci, e l’insorgere di disturbi gastrointestinali.

COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti