Ricostruzione unghie acrilico 2017: cos'è come si fa e cosa serve?

Ricostruzione unghie acrilico costi 2017 nail art molto più resistente del classico gel ma più difficile da realizzare ed applicare sull'unghia, ecco cos'è

Commenti 0Stampa

La ricostruzione unghie in acrilico è un metodo alternativo al gel per ricostruire o coprire l’unghia naturale.

E’ molto più resistente rispetto agli altri prodotti per la ricostruzione nail art, in quanto resiste più facilmente ad urti e traumi, non ha bisogno di lampada led o UV perché l’acrilico asciuga da solo a contatto con l’aria ed è molto più versatile, rispetto ai tradizionali gel unghie, per cui può essere utilizzato per creare unghie dall’alto pregio artistico.

 

Ricostruzione unghie acrilico 2017 cos’è?

La ricostruzione unghie in acrilico, nasce intorno agli anni ’40 e ’50 negli USA ma arriva in Europa e in Italia in tempi non molto lontani.

Sebbene questo tipo di ricostruzione in acrilico, sia un’ottima tecnica, ancora oggi, nel nostro Paese non viene molto utilizzata per il fai da te, in quanto non è molto semplice da realizzare da sole.

La ricostruzione unghie in acrilico ha bisogno di due specifici prodotti che sono il cd. polimero, ossia, una polvere acrilica e un monomero, ossia, un liquido speciale.

Unendo il polimero con il monomero, sia ottiene una reazione chimica che va a produrre un composto omogeneo, molto plastico ed estremamente modellabile, perfetto sia per la ricostruzione dell’unghia che la sola copertura.

Ecco tutte le istruzioni su come fare una ricostruzione unghie acrilico 2017:

 

Ricostruzione in acrilico vantaggi:

I vantaggi di utilizzare l’acrilico nella ricostruzione delle unghie naturali di mani e piedi, o per la loro semplice copertura, sono:

L'Acrilico è più resistente del gel: se per la ricostruzione unghie, si opta per l’acrilico al posto del tradizionale gel, si avrà un effetto a lunga lunga durata. Ciò è dovuta al fatto che una volta uniti polimeri e monomeri, sia ha un prodotto estremamente resistente, particolarmente adatto alle donne che ogni giorno sono alle prese con i lavori domestici, detersivi e prodotti chimici.

Ricostruzione unghie acrilico è senza lampada: l’acrilico essendo un prodotto in polvere, polimero, che va unito al al liquido speciale, monomero, non necessita di polimerizzazione. Ciò significa che per asciugarsi, non ha bisogno delle speciali lampade a led o ai raggi UV, ma semplicemente dell’aria.

L’acrilico è più versatile del gel: per questo motivo che molte volte viene preferito al classico gel, specialmente da chi partecipa alle gare o esposizioni di nail art.

 

Ricostruzione unghie in acrilico cosa serve? Strumenti e materiali

Se si vuole provare ad effettuare la ricostruzione unghie in acrilico da sole a casa, occorrono come per qualsiasi altra ricostruzione unghie, dei specifici strumenti base quali: le lime, buffer per opacizzare, il cleaner e spazzolino per eliminare i residui della limetta e pennello Kolinsky.

Materiali ricostruzione unghie in acrilico

  • Primer: è un liquido che va applicato dopo aver preparato l’unghia, e che serve a favorire l’adesione dell’acrilico sulla superficie delle unghie;
  • Polimero: anche detta polvere acrilica, in vendita sia trasparente che colorata;
  • Monomero: liquido speciale da aggiungere alla polvere acrilica, al fine di creare la resina che andrà applicata sull’unghia;
  • Sigillante: è un lucido finale che serve a proteggere la decorazione eseguita sull’unghia o la ricostruzione.

 

Come realizzare una ricostruzione unghie in acrilico? istruzioni:

La ricostruzione unghie in acrilico, come abbiamo già detto, si effettua unendo al polimero, polvere acrilica per unghie, al monomero, liquido speciale.

Ciò che deriva da questa unione, è una resina modellabile e altamente resistente che si ottiene immergendo il pennello Kolinsky in martora, nel monomero e poi nella polvere; in pochi secondi si forma, infatti, una pallina di resina molto malleabile che va applicata sull’unghia e modellata in base a ciò che si vuole realizzare o alla ricostruzione che si vuole praticare.

Una volta applicata la pallina di acrilico e modellata a proprio piacere, si deve attendere qualche minuto per farla asciugare, infatti, questo prodotto è molto più funzionale rispetto al gel, in quanto per l’asciugatura non servono lampade UV o a led, ma basta semplicemente l’aria.

L’unica nota dolente della ricostruzione unghie in acrilico, è il forte odore molto pungente, quasi insopportabile, per questo motivo, durante la sua applicazione, è sempre consigliato l’uso della mascherina e un luogo arieggiato.

Inoltre, è importante ricordare che per una buona riuscita di una ricostruzione unghie in acrilico, è dosare al meglio la polvere acrilica e il liquido speciale, per cui il corretto rapporto è di 1 a 2, ossia, 1 di polvere e 2 di liquido. 

COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Lascia un commento
Contatti