Ristrutturante capelli rovinati fai da te impacco capelli secchi

Ristrutturante capelli fai da te naturale ed efficace per capelli secchi sfibrati e rovinati come si prepara? Ricette maschera e impacco con olio e limone

Commenti 0Stampa

Capelli rovinati, sfibrati, secchi e spenti? Forse è il momento di correre ai ripari e nutrire un po' il capello danneggiato dallo smog, dal sole o dal mare con un bell'impacco ristrutturante fatto in casa e naturale. Vediamo quindi cosa serve e come si prepara un ristrutturante per capelli naturale, le dosi per preparare la maschera e il tempo di posa dell'impacco.

 

Perché i capelli si rovinano?

Perché i capelli tendono a rovinarsi? Prima di vedere quali sono le cause per cui i capelli tendono a rovinarsi e a spezzarsi, è importante fare una premessa in modo da capire bene come intervenire e risolvere il problema.

Per cui cominciamo col dire che ogni capello è costituito da una radice formata da cellule che producono il capello e da un fusto che in realtà, è una struttura morta costituita da cellule che hanno perso le funzioni vitali ma sono ricche di cheratina. 

La cheratina infatti è una proteina che si trova anche nelle unghie e nella pelle ma nei capelli, questa sostanza, è molto più dura e resistente in quanto contiene una grande quantità di un particolare aminoacido ricco di zolfo, chiamato cistina e da cui dipende la resistenza e la forma del capello. Infatti, maggiore è il legame tra le molecole di cistina (cd. ponti disulfuro) e più forti sono i capelli, se invece tali ponti tendono ad allentarsi o peggio si rompono, il fusto tende a rovinarsi e a spezzarsi facilmente.

Le cause che possono far allentare o rompere le molecole di cistina possono essere di tipo:

  • Meccanico, ovvero, dovuto a pettinature troppo strette con elastici o fermagli e da spazzolature anche non particolarmente aggressive ma tali da provocare il distacco della cuticola del cappello.
  • Termico: phon troppo caldo, piastra, arricciacapelli, frisè ecc, l'eccessivo calore sul capello, distrugge infatti le molecole di cistina.
  • Chimico: decolorazioni tinte ma anche colpi di sole, shatush, permanenti e trattamenti liscianti, essendo tutti procedimenti chimici, possono essere molto dannosi per i capelli e rompere irrimediabilmente la struttura del capello ormai rovinato e fragile.

 

Perché vengono le doppie punte?

Alzi la mano chi non ha mai avuto una doppia punta nella vita? Già, come immaginavo... purtroppo il problema delle doppie punte è molto diffuso e comune a tantissime donne, ed è causato per lo più dall'uso di phon troppo caldo, piastra, tinte, decolorazione ma anche dal sole, acqua salata, cloro e inquinamento ambientale. Tutti questi fattori, infatti, possono via via danneggiare il fusto del capello, partendo dallo strato più superficiale, chiamato cuticola, fino ad arrivare alla corteccia che è la parte invece più spessa del capello e sulla quale si forma la doppia punta. 

Dal momento che la doppia punta non può essere curata, possiamo intervenire solo con tanta prevenzione e un buon taglio, lasciare i capelli un po' in pace e infine come rimedio usare sempre il balsamo, fare impacchi e maschere naturali e proteggerli dal sole con una bandana o un cappello.

 

Olio ristrutturante capelli secchi sfribati e rovinati:

Per preparare un ristrutturante naturale per capelli secchi, rovinati e fragili, possiamo utilizzare l'olio di Monoi. Questo tipo di olio, originario dell’isola di Tahiti, è infatti utilizzato dalle donne thaitiane da oltre mille anni e serve a proteggere i capelli dalle alte temperature tropicali, a nutrirli ed idratarli.

L'olio di monoi quindi è molto efficace anche come rimedio naturale contro capelli fragili, opachi e molto secchi perché riesce a riparare il fusto del capello anche se fortemente danneggiato.

Quali ingredienti servono per preparare a casa un impacco all'olio di monoi? Per capelli di media lunghezza servono: 2 cucchiai di Olio di Monoi, che può essere acquistato in erboristeria o anche online, 2 cucchiai di Latte di cocco e 1 vasetto di Yogurt bianco, acquistabili al supermercato. Per chi ha capelli più lunghi o tanti, raddoppiare le dosi.

Come si prepara? Basta mescolare e amalgamare tutti gli ingredienti in una ciotola e applicare il ristrutturante partendo dalle radici fino alle punte, sui capelli umidi, e lasciare l'impacco in posa per circa 15 minuti. Dopodiché risciacquare con acqua tiepida e procedere al lavaggio utilizzando uno shampoo delicato.

Ogni quanto possiamo fare la maschera? Basta una applicazione a settimana.

 

Ristrutturante capelli rovinati fai da te: maschera e impacco

Un buon ristrutturante per capelli rovinati e rovinatissimi, naturale e da fare in casa, è quello a base di uova, limone, olio di oliva, rosmarino e miele, quindi tutti prodotti economici e facilmente reperibili in casa o al supermercato.

Ogni quante volte va fatto l'impacco ristrutturante? Dipende dallo stato di salute dei tuoi capelli, se sono fortemente danneggiati, procedi con un trattamento d'urto e fai l'impacco almeno 1 o 2 volte a settimana, se invece i capelli non sono troppo sfibrati, secchi e che si spezzano, va bene anche 1 volte al mese.

Cosa ti serve? 1 uovo, succo di mezzo limone, 2 cucchiai di olio di oliva, 2 o 3 rametti di rosmarino e 1 cucchiaio di miele. Perché questi ingredienti?

  • Perché l'uovo è in grado di fornire al capello importanti vitamine e sali minerali, grazie alla lecitina contenuta nel rosso dell'uovo, attenzione però, se avete i capelli grassi utilizzate per l'impacco solo l'albume, in questo modo non rischierete di aumentare la produzione di sebo.
  • Il limone, invece, grazie alle sue proprietà organolettiche è un ottimo rimedio naturale per vari problemi di salute e anche sui capelli danneggiati è molto efficace per richiudere le cuticole sollevate e per lucidarli.
  • L'olio d'oliva perché è in grado di idratare il fusto grazie alle sue sostanze antiossidanti tra cui la vitamine E e gli acidi grassi. Nel caso in cui non si disponesse dell'olio di oliva, sostituirlo con quello di mais, girasoli, arachidi, cocco ecc.
  • Il rosmarino è molto utile come rimedio naturale contro i capelli grassi perché è in grado di disinfettare la cute ed equilibrare la secrezione del sebo, e di stimolare la crescita dei capelli. Il miele nella ricetta fai da te del ristrutturante serve a rendere i capelli morbidi e setosi, grazie alle sue proprietà emollienti ed idratanti.

E' possibile sostituire alcuni elementi e preparare un'altra ricetta a base di avocado: in questo caso serve mezzo avocado, 1 tuorlo d'uovo, 1 cucchiaino di miele, 1 cucchiaino di olio d'oliva

Come preparare un ristrutturante per capelli rovinati e rovinatissimi? Prendere una ciotola o un bicchiere di plastica e aggiungere l'olio e i rametti di rosmarino, lasciando macerare per 5 minuti. A parte sbattere l'uovo e aggiungere il succo di limone ed il miele. Mescolare e infine incorporare l'olio con il rosmarino.

Applicazione: la maschera va passata sui capelli umidi, non asciutti perché l'olio potrebbe rovinare ancora di più i capelli e non troppo bagnati, perché l'acqua potrebbe schermare il fusto senza far penetrare l'olio e gli altri ingredienti. Una volta inumiditi i capelli, passare il prodotto partendo dalle radici fino alle punte, e massaggiare la cute e i capelli per 5 minuti. Dopodiché prendere una cuffia o una busta ecologica e avvolgere la testa, in questo modo il calore corporeo favorirà l'assorbimento delle sostanze benefiche. Tenere in posa per circa 30 minuti, sciacquare con acqua tiepida e proseguire con il consueto shampoo.

COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Lascia un commento
Contatti