Vene varicose rimedi naturali gambe e capillari sintomi e cura varici

Vene varicose rimedi naturali per gambe e cosce, sintomi cause e cura delle varici e dei capillari che si formano a causa cattiva circolazione del sangue

Commenti 0Stampa

Le vene varicose o varici sono una patologia molto diffusa che colpisce soprattutto le donne giovani e meno giovani.

Si calcola infatti che, circa il 55% delle donne, 4 donne su 100.000 soffrono di varici e capillari che a parte il problema estetico, possono essere la causa di diversi sintomi quali gambe gonfie, pesanti e doloranti, e di crampi agli arti inferiori.

Inoltre, visto l'inizio della bella stagione e la voglia di mare e di sole, occorre fare molto attenzione perché un'esposizione prolungata al sole senza la dovuta protezione, può peggiorare ulteriormente il problema.

 

Vene varicose, varici e capillari cosa sono?

Cosa sono le vene varicose, varici e capillari?

Le vene varicose o varici, sono vene dilatate dal colore blu, viola o color carne che ingrossandosi diventano visibili a occhi nudo. Tali varici, quindi appaiono in rilievo rispetto alla superficie della pelle con disegni a volte anche molto tortuosi e gonfi.

Generalmente, le vene varicose si formano sugli arti inferiori, in particolare su gambe, polpacci e lungo le cosce e durante il periodo di gravidanza possono comparire anche varici localizzate nella vagina e nell'ano chiamate emorroidi interne ed esterne.

Cosa sono i capillari? In genere chi soffre di vene varicose soffre anche di capillari. Tali capillari, chiamati in gergo medico teleangectasie, assumono l'aspetto di piccole e fini ramificazioni di colore rosso o blu molto più visibili ad occhio nudo perché rispetto alle varici, sono più in superficie della pelle.

I capillari, compaiono soprattutto su gambe, cosce ma anche sul viso e possono coprire anche zone estese del corpo, oppure, piccole zone.

 

Capillari sulle gambe:

Capillari sintomi più comuni sono la formazione di ramificazioni di sangue dal colore rosso e blu che si formano molto in superficie della pelle e quindi ben visibili. Si evidenziano soprattutto nella parte alta del corpo come cosce, braccia, viso e gambe e possono dare origine a sintomi come prurito, dolore, bruciore e fastidio nella zona colpita dalle teleangectasie. Ad essere maggiormente colpiti da questa patologia, sono soprattutto le donne specialmente nel periodo premestruale ma anche l'uomo può soffrire di capillari.

Capillari cause: la causa che determina la formazione di piccoli capillari sulla pelle è dovuta nelle donne da squilibri ormonali che alterano la microcircolazione. Capillari rotti in gravidanza, con la menopausa o ciclo mestruale, sono le cause più comuni perché sono fasi caratterizzate da un aumento di sangue nell'organismo e un aumento di pressione che può dare origine alla comparsa di teleangectasie sulla pelle quale sintomo di insufficienza venosa.

 

Vene evidenti sulle gambe? Sintomi e cause:

Vene evidenti sulle gambe sintomi più comuni vene varicose sono causate dalle varici, ossia, vene molto grandi di colore blu, viola o color carne ben visibili ad occhio nudo. Tali vene, possono dare origini a diversi sintomi quali per esempio gambe gonfie e doloranti, pesantezza e crampi localizzati agli arti inferiori, prurito all'altezza delle caviglie e pelle scolorita nella zona colpita dalla vena varicosa. 

Vene varicose evidenti sulle gambe cause: le cause che favoriscono la formazione di varici sono da rintracciarsi nella circolazione sanguigna. Infatti, le vene hanno un ruolo fondamentale nella circolazione perché mentre il cuore pompa sangue ricco di ossigeno che le arterie trasportano verso gli arti, le vene assicurano che il sangue senza ossigeno ritorni al cuore. In questo processo, le vene funzionano in un solo senso di marcia, nel senso che il sangue entra dall'alto ma non può scendere in basso perché è bloccato dalla valvole interne alle vene. Quando queste piccole valvole iniziano col tempo ad indebolirsi, il sangue comincia ad accumularsi nelle vene e nei capillari, dando origine a quello che i medici chiamano insufficienza venosa. Uno dei sintomi dell'insufficienza venosa, è appunto la formazione di vene varicose e di capillari, perché il sangue ristagnando nella vena, tende ad ingrandirla e ramificarla. i fattori che possono originare tale insufficienza, con la formazione quindi di vene varicose e capillari, sono l'invecchiamento, ereditarietà e familiarità, cambiamento ormonali quindi gravidanza, menopausa e pillola anticoncezionale o altri farmaci a base di dosaggi ormonali contenti estrogeno e progesterone. Altri fattori sono l'obesità, la sedentarietà, il passare troppe ore in piedi e l'esposizione prolungata al sole senza protezione. il sole infatti può causare la dilatazione dei capillari e la loro rottura a causa dell'eccessivo calore.

 

Vene varicose rimedi naturali:

Vene varicose rimedi naturali sono dei consigli per trattare il problema delle varici e dei capillari causati da un'insufficienza venosa.

Il primo consiglio è comunque di rivolgersi immediatamente ad un angiologo non appena ci si accorge della comparsa di anomalie sulla pelle e lo spuntare di capillari e vene ingrossate.

Quindi non aspettare la comparsa di sintomi più acuti o che le varici diventino sempre più evidenti, rivolgetevi immediatamente ad uno specialista se non volete correre rischi per la salute.

Fatta questa premessa, i rimedi naturali per combattere le vene varicose e i capillari, sono:

1) una dieta sana ed equilibrata con molta vitamina C, presente nella frutta fresca e verdura di colore rosso, giallo e arancione perché contribuisce alla formazione del collagene, una sostanza prodotta dal corpo responsabile dell'elasticità dei tessuti;

2) Leggera attività fisica ma non di tipo aerobico perché potrebbe favorire il ristagno del sangue nelle vene.

3) Indossare anche delle calze a compressione graduata, può aiutare a migliorare la circolazione delle gambe e cosce. Infatti, tali calze speciali sono ottime per contenere la varice e per garantire la microcircolazione degli arti inferiore, con una compressione graduata maggiore alle caviglie e più lenta verso la coscia.

4) Altro rimedio naturale contro le vene varicose, è assumere la giusta postura sia da seduti che quando dormiamo, quindi cercare di tenere sempre sollevate le gambe in modo da favorire la circolazione del sangue, evitando il suo ristagno nelle vene, e prevenire gonfiori, dolore e pesantezza alle gambe.

Ricordare inoltre che se si è in sovrappeso o obesi, il rischio di vedere comparire vene varicose e capillari su gambe, cosce e corpo è molto più alto rispetto ad un normopeso, per cui cercare di perdere peso con una dieta ipocalorica sana ed equilibrata.

Tra i rimedi naturali per vene varicose da acquistare in erboristeria o in farmacia, ci sono:

  • Calendula da massaggiare dal piede alla gamba, è in grado di stimolare la microcircolazione grazie alle sue proprietà astringenti.
  • Aceto di mele: antico rimedio della nonna contro le varici, vanno applicate alcune gocce su un fazzoletto di cotone che andrà strofinato con un leggero massaggio direttamente sulla vena varicosa. Il sidro di aceto di mele è perfetto per dimagrire.
  • Ippocastano: un rimedio naturale indicato per le varici in quanto efficace contro la congestione venosa e la cattiva microcircolazione, per cui favorisce il restringimento della vena varicosa.
  • Oli essenziali per vene varicose: cipresso, geranio, ginepro, lavanda, limone, rosmarino e olio dio rosa sono gli oli più indicati per combattere la varici e capillari. E' possibile preparare un unguento per massaggi molto efficace con  50 ml di olio di arnica, 6 gocce di olio di rosmarino, 6 gocce di olio di ginepro e 3 gocce di olio di limone.
COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti