Zenzero proprietà curative e controindicazioni: benefici e rimedi

Zenzero proprietà curative e controindicazioni effetti collaterali, benefici dimagranti e rimedi naturali raffreddore dolore mal di testa cattiva digestione

Commenti 0Stampa

Lo Zenzero, conosciuto anche con il nome di Ginger, è una spezia molto antica, dalle mille proprietà benefiche. Non a caso, la pianta dello zenzero, è impiagata da millenni nella tradizione ayurvedica orientale  e non solo, come tonico e stimolante naturale, contro il mal di denti, il mal di testa, il raffreddore, la tosse, l’influenza, come disintossicante e dimagrante, ma queste sono solo alcune delle sue proprietà benefiche.

Vediamo quindi quali sono le proprietà curative dello zenzero, quali le controindicazioni, e gli effetti disintossicanti e dimagranti sull’organismo.

 

Che cos’è lo zenzero?

Lo zenzero è una pianta perenne che appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae, la stessa della curcuma e del cardamomo.

Originario dell’Asia, lo zenzero, si è poi largamente diffuso in Europa, grazie ai Romani, che ne avevano già capito le grandi potenzialità curative, ed oggi, è coltivato in India, Brasile, Pakistan e Bangladesh e, con qualche accortezza, lo si può anche piantare anche da noi, in giardino o in vaso sul balcone.

 

Zenzero proprietà curative e benefiche:

Lo zenzero, come abbiamo già detto, è una pianta erbacea perenne, della quale si usano le radici fresche o essiccate. E sono proprio queste radici, a contenere una miriadi di proprietà benefiche per l’organismo.

In primis vediamo cosa contiene la radice di zenzero: acqua, proteine, carboidrati, oli essenziali, vari sali minerali, tra cui il calcio, il potassio, il magnesio ed il ferro, vitamina B e vitamina A.

Ma quali sono le proprietà curative e benefiche dello zenzero? Lo zenzero, è un ottimo:

Antibatterico naturale molto utile per riequilibrare l'attività gastrointestinale;

Antidolorifico contro i piccoli traumi e i dolori reumatici;

Antinfiammatorio contro le nevralgie, raffreddore, sintomi influenzali, mal di testa, mal di denti etc…;

Disintossicante: aiuta, infatti, contro la ristagnazione delle tossine, la cellulite, la ritenzione idrica;

Dimagrante: in quanto lo zenzero aiuta a bruciare più velocemente le calorie, aiutando così l’organismo a perdere peso più velocemente;

Antitumorale: diversi studi medici, hanno dimostrato la rilevanza dello zenzero come protettore contro i tumori del colon;

Antiossidante: perché molto utile nel ritardare l’invecchiamento delle cellule, dei tessuti e degli organi interni ed esterni.

Lo zenzero, inoltre, è un ottimo rimedio naturale per la prevenzione e la cura delle malattie cardiovascolari, tanto che negli USA, la Food and Drug Administration, lo ha riconosciuto come "safe", contro la pressione alta e il colesterolo cattivo. 

 

Zenzero controindicazioni effetti collaterali e dosi consigliate:

Lo zenzero, come tutte le piante officinali, deve essere usato e non abusato nelle quantità consigliate, perché il consumo eccessivo di ginger, potrebbe portare a soffrire di disturbi ed effetti collaterali quali ad esempio la comparsa di un persistente bruciore di stomaco, pancia gonfia, stitichezza, gastriti e ulcere a causa della massiccia presenza di gingerolo nello zenzero che potrebbe causare un aumento dell’acidità di stomaco.

Zenzero controindicazioni: aumento dell'acidità di stomaco, gastrite, ulcera, etc, per le donne in gravidanza, una piccola dose di zenzero è consigliata come rimedio naturale contro la nausea, in questo caso, prima di assumerlo chiedere al ginecologo, perché il gingerolo contenuto nello zenzero, potrebbe stimolare le contrazioni o la dilatazione dell’utero.

Zenzero dosi consigliate: la quantità di ginger consigliata dagli esperti è di circa 2 grammi al giorno.

 

Come si usa lo zenzero?

CI sono diversi usi dello Zenzero, si può, infatti cucinare, aggiungendolo semplicemente ai cibi in cottura, grattugiandolo fresco o riducendolo in polvere, come condimento o alle ricette, per insaporire e per rendere leggermente piccanti, i piatti a base di carne, pesce e verdure.

Lo zenzero, inoltre, può essere impiegato in cucina, per preparare torte e biscotti, in particolare quelli natalizi, aggiungendo un po’ di radice fresca all’impasto, o Zenzero in Polvere, se stiamo preparando, un po’ di  frutta cotta, pietanze in agrodolce.

  • Zenzero fresco: ideale per chi ha problemi di digestione ma anche per chi deve semplicemente stimolare l’appetito, stimolare la produzione dei succhi gastrici, ridurre i bruciori di stomaco, il meteorismo o la flatulenza. Inoltre, può essere impiegato come leggero antibatterico per regolarizzare l’acidità di stomaco e per combattere i famoso helicobacter pylori, per contrastare la nausea dovute al mal di auto, nave o aereo.
  • Impacco allo zenzero: è particolarmente adatto per chi deve curare dei piccoli traumi, colpi, storte, strappi muscolari, ustioni e dolori reumatici. Ciò è dovuto al fatto che lo zenzero, ed in particolare nel suo olio essenziale, sono contenute diverse importanti proprietà: decongestionanti, coagulanti, antinfiammatorie, antidolorifiche. Per preparare un impacco allo zenzero per dolori reumatici, basta grattugiare 30 grammi di radice fresca, una pezza di cotone ed una pentola a vapore.Mettere l’acqua a bollire, prendere la radice fresca e racchiuderla nel cotone, chiudere bene e farla cuocere al vapore per 10 minuti. Una volta raffreddata, la radice di zenzero può essere ingerita, oppure, applicata sulla zona dolente.
  • Decotto allo zenzero: questo sistema, funziona per il mal di denti e il mal di testa. Prendere 10 grammi di radice e metterla a bollire in una pentola con 250 ml di acqua, per circa 10 minuti. Una volta pronta, si può bere il composto, oppure, usarla per fare delle applicazioni locali sulla zona dolente.
  • Tisana allo zenzero:  molto utile in caso raffreddore, tosse, sintomi influenzali, per decongestionare le vie respiratorie, abbassa la febbre grazie al fatto che fa aumentare la sudorazione. Per preparare una tisana alla zenzero contro il raffreddore servono: 2 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato, 5 foglie di basilico e 250 cl di acqua. Una volta portata ad ebollizione l’acqua, spegnere il fuoco, e mettere in infusione gli ingredienti per circa 10 minuti; filtrare il tutto, e aggiungere una punta di miele e berlo a stomaco vuoto.

 

Zenzero dove di compra e quanto costa?

Dove si compra lo zenzero? Lo zenzero, ormai, è una spezia, molto diffusa e quindi semplice da comprare sia fresca che essiccata, in tutti i periodi dell’anno.

In particolare, nei supermercati, la radice di zenzero fresco si trova nel reparto ortofrutta, nel mercati sui banchi dei venditori di frutta e verdura, mentre lo zenzero in polvere si trova nello scaffale con le altre spezie.

Nelle erboristerie e in farmacia, invece, la si può trovare anche essiccata, sotto forma di compresse, unguenti, oli essenziali e tintura madre.

Quanto costa lo zenzero? La radice di zenzero fresco, costa all’incirca 5-8 euro al chilo, la radice di zenzero fresco BIO circa 10 euro al chilo, lo zenzero in polvere dalle 2 alle 4 euro a confezione.

 

COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti