Cosmetici bio, eco, naturali, vegan e cruelty free: cosa significa?

Quando un cosmetico è bio, biologico, eco, ecologico, naturale, vegano o cruelty free non testato sugli animali? Ecco cosa sono ed il vero significato

Commenti 0Stampa

I cosmetici bio, eco, naturali, vegan e cruelty free, fanno parte ormai della nostra vita quotidiana e sia che acquistiamo un cosmetico o un prodotto per l’igiene personale o per la casa, questi nomi o i loro simboli, sono impressi sulle confezioni o stampate sul prodotto stesso.

Anche se sono di largo uso, sei sicura di conoscere il vero significato di biologico, ecologico, naturale, vegano e non testato su animali

Se non lo sei o desideri solo una conferma ecco cosa significa quando sui cosmetici c’è scritto naturale, bio, vegan o cruenti free.

 

Cosmetici naturali: quando lo sono veramente?

Quando i cosmetici naturali, lo sono veramente? Ti sarà capitato un sacco di volte di vedere su un determinato cosmetico la scritta “naturale” ma cosa significa esattamente?

Vediamo di spiegarlo in parole semplici, i cosmetici naturali per essere veramente tali, non deve riportare solo una scritta contenente la parola "naturale" ma deve essere fatto, anche con elementi - ingredienti che devono essere per la gran parte, o totalmente al 100%, di origine naturale.

Ma come si fa a riconoscere se ci troviamo di fronte a cosmetici naturali oppure a prodotti fintamente naturali?

Ovvio, girando la confezione e leggendo la lista degli ingredienti, il cd. INCI cosmetici. Tale lista, infatti, è obbligatoria e si trova solitamente sul retro della confezione o viene stampata direttamente sul prodotto.

Se leggendo l'elenco ingredienti, notiamo solo nomi latini, allora vuol dire che gli elementi utilizzati per quel tipo di preparazione cosmetica, sono tutti naturali.

I nomi latini, infatti, sono usati solo per i prodotti di origine vegetale e non per quelli industriali o sintetici.

Va detto però che sebbene l'importante Consorzio di Certificazione dei Prodotti Biologici CCPB, sancisca che per definire un prodotto naturale, occorre che almeno il 95% dei componenti debbano essere di origine organica, ciò però non ha norme di regolamentazione ben precise, per cui è possibile trovare prodotti con scritta cosmetici naturali anche se al loro interno si trovano un paio di ingredienti di origine organica.

 

Cosmetici Bio: quando i cosmetici sono biologici?

Cosmetici bio: cosa significa? Bio, è l'abbreviazione che solitamente si usa per indicare la parola BIOLOGICO.

Per essere definito tale, un cosmetico biologico:

- non deve contenere ingredienti chimici di sintesi, o almeno contenerli in piccolissima parte;

- deve essere fatto solo con materie prime biologiche.

Secondo le disposizioni del Consorzio di certificazione CCPB, i produttori, possono aggiungere il caratteristico marchio biologico sull'etichetta, se almeno il 95% del peso del prodotto è fatto da ingredienti biologici certificati.

Invece, la dicitura con ingredienti biologici, può essere usata in commercio, solo se almeno il 70% del peso è composto da ingredienti bio certificati

Esiste poi anche un marchio europeo per i prodotto bio, il classico logo verde con delle stelle, che può essere ottenuto solo se il produttore rispetta determinati requisiti e condizioni di coltivazione della materia prima impiegata, quali ad esempio, il rispetto dei limiti all'uso di pesticidi e fertilizzanti chimici e di antibiotici, no a OGM, si alla rotazione delle coltivazioni e all'alimentazione organica degli animali.

Un cosmetico biologico, inoltre, non deve contenere ingredienti di origine animali, fatta esclusione del miele e del latte.

 

Cosmetici CRUELTY FREE / Non testato sugli animali:

Cosa significa se sui cosmetici è riportata la scritta cruelty free?

I cosmetici cruelty free, sono prodotti NON testati sugli animali prima della loro messa in commercio.

Un cosmetico cruelty free, per essere tale non deve essere testato sugli animali a prodotto finito né su ogni singolo ingrediente che lo compone anche se il produttore, si impegna solo a segnalare la data a partire dalla quale, l'ingrediente utilizzato non è stato testato sugli animali.

Da segnalare comunque la direttiva europea del 2012, la n. 2003/15, che vieta i test animali sui prodotti cosmetici.

 

Cosmetici vegan: quando un prodotto cosmetico vegano, lo è veramente?

Cosmetici vegan: quando un prodotto può dirsi veramente un cosmetico vegano?

Un prodotto vegano per essere classificato tale, non deve contenere al suo interno alcun ingrediente di origine animale, latte e miele inclusi.

Se quindi vi trovate a leggere l'INCI di un cosmetico e su questo è riportata la scritta naturale o ecologico e se tra gli ingredienti leggete:

MEL: vuol dire che vi è una qualche sostanza prodotta dalle api, per cui non può essere vegan;

Sodium Tallowate: significa che è presente un sapone derivato da grassi animali e quindi non è veramente vegan.

Ciò è dovuto al fatto che in Europa, come nel resto del mondo, è ancora molto difficile capire se i prodotti commercializzati siano effettivamente non di origine animale dato che ogni paese, ha una propria regolamentazione in merito e che gli enti che si occupano di rilasciare e certificare il marchio vegan, si basano per le loro valutazioni, su criteri diversi.

Inoltre va detto che il marchio vegan, non ha valore legale ma viene comunque richiesto e poi stampato sui prodotti e cosmetici vegan, per far capire ai consumatori che il loro prodotto è fatto rispettando la visione vegan dei loro cliente.

In Italia, il marchio sui prodotti cosmetici vegan è rilasciato nella maggior parte dei casi, dalla Vegan Society.

COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti