Influenza intestinale 2018: sintomi cause rimedi vomito e diarrea

Influenza intestinale 2018 sintomi vomito diarrea crampi febbre quali sono le cause della gastroenterite virale che colpisce stomaco e intestino e rimedi

Commenti 0Stampa

L’influenza intestinale 2018 è una patologia di origine virale che colpisce per lo più lo stomaco e l’intestino causando sintomi quali vomito e diarrea

In realtà, i medici, preferiscono non parlare di influenza intestinale ma di gastroenterite virale causata, nella stragrande maggioranza dei casi, da virus appartenenti a diverse famiglie.

L’influenza intestinale, è una malattia presente in tutto il mondo ed è in grado colpire sia neonati, bambini, adolescenti, adulti e anziani ma mentre nei Paesi avanzati questa malattia è facilmente curabile in pochi giorni, nei Paesi in via di sviluppo, la gastroenterite virale, è la principale causa di morte infantile.

Vediamo ora cos’è l’influenza intestinale 2018 sintomi, le cause, chi è maggiormente a rischio contagio, come si trasmette e quali sono i rimedi gastroenterite virale.

 

Influenza intestinale 2018: cos’è?

Che cos’è l’influenza intestinale? L’influenza intestinale 2018, è un termine che oggi viene erroneamente usato dalla maggior parte della popolazione, per indicare varie malattie che colpiscono lo stomaco e l’intestino e che sono spesso causa di sintomi come il vomito, diarrea, campi muscolari, febbre ecc.

I medici, infatti, da sempre ci dicono che l’influenza intestinale non è altro che un nome improprio per indicare la gastroenterite virale causata, invece, da virus comuni appartenenti a diverse famiglie quali norovirus, rotavirus, sapovirus ecc.

I norovirus sono ad esempio, la prima causa di “influenza intestinale” lieve nei Paesi occidentali e circa la metà delle persone colpite da questo virus, sviluppa una certa immunità ma solo per un breve periodo e solo per quel singolo ceppo, ciò significa che se contraggo un norovirus sono immune ai sintomi della malattia per poco tempo e solo per quella specifica famiglia di virus, per cui, se vengo a contatto con un’altra famiglia di virus, posso essere contagiato e sviluppare i sintomi.

Per curare la gastroenterite virale, specie nei paesi occidentali, occorre il buon senso, per cui bisogna:

  • seguire un’alimentazione leggera senza fritti e cibi elaborati;
  • bere tantissimo per evitare la disidratazione causata da vomito e diarrea;
  • riposo fintanto che tutti i sintomi influenza intestinale non spariscono;
  • non uscire di casa per evitare di contagiare le altre persone.

Aspetti un bambino? Allora leggi anche influenza 2018 sintomi gravidanza.

 

Influenza intestinale 2018 sintomi: quali sono e quanto durano?

I sintomi dell’influenza intestinale 2018 sono, nella maggior parte dei casi, a carico dello stomaco e dell'intestino e vanno da forti e ripetuti episodi di diarrea e vomito fino a crampi, malessere generale, febbre, mancanza di appetito, difficoltà a trattenere i liquidi che può provocare una profonda disidratazione specialmente nei bambini, negli anziani o nelle persone che già soffrono di una qualche patologia.

Tutti questi sintomi della gastroenterite virale hanno durata molto breve al massimo per qualche giorno, per cui potremmo parlare di una durata che va dai 2 a 5 giorni.

Quando però la virulenza del virus è molto forte o si è parecchio debilitati, è possibile che l'influenza intestinale duri anche una settimana o più.

La disidratazione però è senza dubbio la complicazione più pericolosa dell'influenza intestinale, questa infatti può causare diversi e frequenti scariche di diarrea e malassorbimento dei principi nutritivi.

Vediamo ora i sintomi influenza intestinale 2018:

Influenza intestinale 2018 sintomi:sintomi gastroenterite virale
 

Diarrea: per circa un paio di giorni;

Vomito;

Dolori addominali;

Nausea;

Febbre; 

Spossatezza;

Debolezza;

Giramenti di testa;

Nausea;

Mal di stomaco;

Malessere generale

mancanza di appetito

Disidratazione causata dalle frequenti scariche diarroiche e malassorbimento

 

Vedi anche influenza 2018 sintomi e durata.

In caso di influenza intestinale è meglio chiamare il medico se si presentono i seguenti sintomi:

  • Vomito o diarrea per più di due giorni;
  • Sangue nelle feci;
  • Sangue nel vomito
  • Febbre alta per più giorni;
  • Dolori addominali molto forti;
  • Giramenti di testa;
  • Segni di disidratazione: fauci secche.

Pensi che tuo figlio abbia preso l'influenza? Allora forse ti interessa influenza 2018 sintomi bambini.

 

Influenza intestinale 2018 rimedi e cura:

Partiamo subito col dire che per l'influenza intestinale non ci sono cure specifiche perché è una malattia che guarisce spontaneamente da sola entro un paio di giorni. Infatti, dopo il contagio, la manifestazione dei sintomi ha una durata non superiore ai 3-4 giorni.

Non si devono prendere antibiotici perché l'influenza intestinale è di origine virale e non è invece di tipo batterica, per cui anche se fate il vaccino antinfluenzale 2018 non è detto che protegga anche dalla gastroenterite virale.

Per cui ecco qualche consiglio sulla cura e rimedi influenza intestinale 2018:

  • Bere moltissimi liquidi al fine di evitare al disidratazione: maggiore attenzione se si tratta di bambini ed anziani;
  • Probiotici: assumere probiotici aiuta a ristabilire la flora intestinale;
  • Riposare: il riposo è il miglior alleato se vuoi guarire in fretta e non vuoi attaccare il virus ad altre persone;
  • Zenzero: questo alimento è probabilmente il miglior rimedio naturale contro l'influenza intestinale, perché allevia i dolori gastrici, la nausa e il vomito.
  • Limone: aggiungerne il succo allo zenzero, fa bloccare la diarrea.

 

Influenza intestinale: cosa è meglio mangiare ed evitare?

In caso di influenza intestinale, cosa è meglio mangiare? Se sono comparsi i primi sintomi della gastroenterite virale, è meglio che non mangi e che non bevi, in questo modo dai la possibilità all'organismo di depurasi e di non affaticarsi con la digestione.

Dopo qualche ora dalla prima comparsa delle scariche di diarrea o di vomito, è meglio però iniziare subito a bere molto al fine di reintegrare i liquidi persi.

Per quanto riguarda invece cosa mangiare con l'influenza intestinale, ecco una breve lista:

  • Cibi secchi: mangiare cibi secchi anziché brodo, zuppe o minestrine, aiuta a trattenere ciò che si mangia nello stomaco, per cui via libera a fette biscottate o crackers.
  • Cibi leggeri: bisogna mangiare riso, pasta o patate condite molto poco e banane, mele, petto di pollo, pesce, avena;
  • Cibi da evitare se hai l'influenza intestinale:
    • Dolci;
    • Zucchero;
    • Caffè; 
    • Alcool;
    • Fritti e cibi grassi o troppo lavorati;
    • Cioccolato;
    • Latte e latticini.

 

 

COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti