Periodo fertile: cos'è, come calcolarlo e quali sono i giorni fertili?

Il periodo fertile per rimanere incinta coincide con l'ovulazione ed inizia 5 giorni prima, come si calcola conta giorni temperatura basale e muco cervicale

Commenti 0Stampa

Il periodo fertile, per una donna, una coppia o una famiglia, è molto importante perché dal suo calcolo, è possibile sapere e capire, quando è possibile rimanere incinta e di conseguenza programmare la gravidanza e la nascita.

Vediamo quindi cos'è il periodo fertile, come funziona il calcolo dei giorni ed i metodi per calcolare i 5 giorni e l'ovulazione.

 

Periodo fertile: cos’è?

Che cos'è il periodo fertile? La finestra fertile, è il periodo in cui la donna può rimanere incinta. Solitamente, detto periodo fertile, si manifesta nei 5 giorni precedenti all’ovulazione + il giorno stesso dell’ovulazione, e ciò è a prescindere dalla durata del ciclo mestruale.

Possiamo quindi dire che il periodo fertile coincide con l’ovulazione, perché è durante questa fase che l’ovaia rilascia all’esterno uno dei suoi ovuli, il quale scendendo verso la tuba, diventa penetrabile dagli spermatozoi.

Attenzione però, perché  gli spermatozoi all’interno della donna, rimangono vitali in media per 5 giorni, per cui è possibile rimanere incinta anche se nei 5 giorni successivi al rapporto, c’è l’ovulazione.

 

Periodo fertile: quali sono i giorni fertili?

Prima di passare a spiegare nel dettaglio come si calcola il periodo fertile, dobbiamo vedere come funziona il ciclo mestruale.

Se consideriamo un ciclo di 28 giorni:

Il 1° Giorno: coincide con l'inizio delle mestruazioni che dureranno per circa 4-5 giorni;

Il 14° Giorno: è il giorno dell’ovulazione, ciò significa che un ovulo matura si stacca dall'ovaia e scende verso la tuba di Falloppio, dove restare vitale e fertile per 12-24 ore.

Il 28° Giorno: è l'ultimo giorno del ciclo.

Ok questo è il ciclo,  ma quali sono i giorni fertili per rimanere incinta?

Nello specifico:

  • Giorni dall'1 all'8: la probabilità di rimanere incinta è quasi vicino allo 0%.
  • 9° giorno: ossia, cinque giorni prima dell'inizio dell'ovulazione, le statistiche parlano di una probabilità del 10%.
  • 10° Giorno: cioè 4 giorni prima dell’ovulazione, la probabilità è del 16%.
  • 11° Giorno: a 3 giorni prima dell’ovulazione, la probabilità di una gravidanza è del 14%.
  • 12° Giorno: 2 giorni prima dell’ovulazione, è del 27%.
  • 13° Giorno: il giorno prima dell'ovulazione, la percentuale è del 31%.
  • 14° Giorno: giorno dell’ovulazione, la probabilità di rimanere incinta è del 33%.
  • dal 15° al 28° giorno: la probabilità di rimanere incinta ritorna allo 0%.

Di conseguenza, calcolando i giorni a partire dall'inizio del ciclo, il periodo fertile coincide nei giorni dal 9 al 14 mentre il picco di fertilità, si ha tra il 12° ed il 14° giorno, quando la percentuale sale ed aumenta al 27, 31 e 33%.

Lo stesso calcolo periodo fertile, può essere utilizzato anche per calcolare ed individuare i giorni più fertili per rimanere incinta, anche dalle donne che hanno cicli più brevi o più lunghi rispetto ai 28 giorni ma sempre con la stessa durata.

Ad esempio, se una donna ha un ciclo che dura:

  • 22 giorni, l'ovulazione è al giorno 11 ed il periodo fertile va dal 9 all'11;
  • 34 giorni: l'ovulazione è al 17° giorno mentre i giorni fertili saranno dal 12 al 17 con il picco del periodo fertile dal 15 al 17.

Particolare attenzione nei calcoli, va fatta da coloro che hanno cicli irregolari.

Giorni fertili:probabilità di rimanere incinta: %
dal 1° all'8° giorno                    0%
9° giorno                   10%
10° giorno                    16%
11° giorno                    14%
12° giorno                    27%
13° giorno                    31%
14° giorno                    33%
dal 15° al 25° giorno                     0%

 

 

Come si calcola il periodo fertile?

Nel paragrafo precedente abbiamo visto quali sono i giorni che ipoteticamente sono più fertili nell'arco dei 28 giorni del ciclo mestruale. Diciamo subito però che questo metodo non affidabile al 100% per cui se lo state utilizzando per evitare una gravidanza indesiderata, vi conviene usare a fianco di questo metodo, anche un altro contraccettivo, in quanto è possibile che il giorno della presunta ovulazione, può avvenire con leggero anticipo o ritardo.

Per cui oltre a calcolare il periodo fertile con il giorno dell'ovulazione, potete utilizzare anche altri metodi di calcolo, quali ad esempio:

Calcolo periodo fertile: Metodo della conta dei giorni Ogino-Knaus: è un sistema di calcolo che prende in considerazione il ciclo vitale dei gameti, la durata del ciclo avuto nell'anno una previsione statistica di quando ci sarà il picco di fertilità.

Questo metodo però non è affidabile.

 

Periodo fertile come si calcola con il metodo della temperatura basale:

Questo metodo di calcolo consiste nel misurare ogni giorno la propria temperatura meglio se sempre alla stessa ora, e cioè la mattina prima di alzarsi dal letto.

Solitamente gli essere umani hanno sempre la stessa temperatura, ed è per questo che prende il nome di temperatura basale, ma nelle donne questo non è vero perché c'è una live modifica della temperatura subito dopo l’ovulazione.

Per cui, se misuriamo in modo corretto la nostra temperatura basale, ogni giorno e per vari cicli mestruali, e la riportiamo in grafico predittivo dell’ovulazione, è possibile conoscere con molta presunzione, il periodo più fertile.

Per maggiori informazioni leggi anche: calcolo giorni fertili, per rimanere incinta.

 

Calcolo periodo fertile con il Metodo del muco cervicale.

Il muco cervicale è un altro metodo per calcolare i giorni più fertili per rimanere incinta.

Il muco, infatti, è un lubrificatore naturale della mucosa che cambia colore e consistenza nel periodo dell'ovulazione.

Durante i giorni fertili, il muco è più denso e filamentoso, perché deve agevolare il movimento di eventuali spermatozoi mentre al di fuori del periodo ovulatorio, torna ad essere molto fluido. 

 

Periodo fertile: come calcolarlo?

Metodo di calcolo Periodo FertilePeriodo fertile: come calcolarlo?
Conta dei giorni Ogino KnausIl calcolo si basa sul ciclo vitale dei gameti, durata del ciclo e picco di fertilità.
Temperatura basaleSi calcola rilevando la propria temperatura basale e riportandola nel grafico predittivo dell'ovulazione.
Mico CervicaleSi basa sulla verifica del colore e della consistenza del muco cervicale, in quanto sono elementi che mutano nel periodo dell'ovulazione.
COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti