Vitamina D: alimenti dove si trova, a cosa serve, benefici e se bassa

Vitamina D cos'è come funziona benefici e a cosa serve? In quali alimenti dove si trova, cosa fare se bassa sintomi di carenza dose giornaliera consigliata

Commenti 0Stampa

La vitamina D, è un elemento essenziale ed imprescindibile per il nostro organismo in quanto aiuta a mantenere in equilibrio i livelli di fosforo e calcio e a favorire di conseguenza, l’assorbimento del calcio nelle ossa e nei denti.

Ecco perché è importante assumere la vitamina D con l’alimentazione, per cui una dieta ricca di vitamina D e attraverso l’esposizione dei raggi del sole, non a caso, la vitamina D è anche conosciuta con il nome di vitamina del sole.

Vediamo quindi nello specifico la vitamina D cos’è e come funziona, a cosa serve, quali sono i benefici della vitamina D sull’organismo, perché è importante, qual è la dose giornaliera ottimale, dove si trova la vitamina D e quali sono gli effetti di un’eventuale carenza di vitamina D bassa.

 

Vitamina D: cos’é e come funziona?

Che cos’è la vitamina D? La vitamina D, è una vitamina liposolubile endogena, ossia, che viene prodotta e sintetizzata dal nostro corpo, soprattutto attraverso l’esposizione ai raggi UV.

Di vitamina D, non c’è però un solo tipo, infatti, il gruppo D si compone di 5 tipi di vitamine, tra le quali le più importanti per gli esseri umani sono la vitamina D2 e la vitamina D3.

Vitamina D come funziona? Affinché la vitamina D possa essere assorbita ed utilizzata dall’organismo occorre però un processo di modificazione e trasformazione tale da rendere la sostanza da non attiva ad attiva, e per farlo basta esporre la pelle al sole.

A tal fine, non serve passare ore ore sotto al sole ma solo una decina di minuti all’aria aperta, sotto al sole, specialmente nei mesi più freddi, quando cioè l’intensità della sinterizzazione della vitamina D decresce a causa del freddo e dall’allontanamento dall’Equatore.

Non a caso la vitamina D è conosciuta anche con il “vitamina del sole”, proprio perché è prodotta dall’organismo a seguito dell’esposizione alla luce solare.

 

A cosa serve la vitamina D? Benefici:

Vitamina D a cosa serve e quali sono i benefici sull’organismo? I benefici vitamina D, valgono sia per gli adulti, per i bambini che per gli anziani e riguardano in primis, il ruolo fondamentale svolto da questo tipo di vitamina sulle ossa e sui denti. 

A cosa serve la vitamina D?

La vitamina D, aiuta l’organismo ad assorbire il calcio e a regolare i livelli di calcio e di fosfato, prevenendo così anche l’osteoporosi.

La vitamina D agisce anche come ormone per cui è molto importante nel mantenimento in salute dei vasi sanguigni e del cervello ma anche per il cuore, il sistema immunitario e per l’apparato respiratorio.

La vitamina D, come dimostrato da uno studio, aiuta a proteggere le persone diabetiche dalle malattie cardiovascolari. I ricercatori, infatti, sono riusciti a dimostrare che le cellule immunitarie con un basso livello vitamina D diventano recettori di colesterolo e quindi potrebbero favorire attacchi di cuore e ictus.

 

Vitamina D dose giornaliera consigliata:

Qual è la dose giornaliera consigliata per la Vitamina D? La dose giornaliera consigliata di vitamina D per bambini e adolescenti, è stata raddoppiata di recente dall’Accademia Americana di Pediatria, le nuove dosi di vitamina D, sono: 400 Unità Internazionali (UI) – equivalenti a 10 mcg, ma è sempre bene consultare sempre prima il medico ed il pediatra.

  • Vitamina D dose giornaliera bambini e adolescenti: 10 mcg;
  • Vitamina D dose consigliata per gli adulti tra i 19 e i 50 anni: è di 200 UI - equivalenti a 5 mcg al giorno.
  • Vitamina D dose consigliata per adulti tra i 51 e i 69 anni: 400 UI, ossia, 10 mcg;
  • Vitamina D dose consigliata per gli over 70: almeno 600 UI - 15 mcg al giorno.
  • Vitamina D in gravidanza dose consigliata: 4000 UI ossia 100 mcg al giorno.

 

Dove si trova la Vitamina D? Alimenti, luce del sole e integratori:

Vitamina D dove si trova? La vitamina D si trova:

  • Vitamina D e la Luce solare: l'esposizione per 10 o 15 minuti ai raggi UV del sole per 3 volte a settimana, sono sufficienti ad ottenere un buon livello di vitamina D.
  • Oltre che dalla luce solare, l'apporto di vitamina D, per circa il 20% del nostro fabbisogno, può essere soddisfatto attraverso un'adeguata dieta.
  • Vitamina D alimenti: la vitamina D si trova in diversi alimenti come:
  •  pesce: aringa, alici, sardine e sgombro;
  •  olio di fegato di merluzzo;
  •  latte e latticini come formaggio, burro e alcuni yogurt;
  •  uova.
  • integratori di vitamina D: solo se si è carenti o si è a rischio carenza.

 

Vitamina D bassa: sintomi e chi è più a rischio?

Vitamina D bassa: i sintomi per carenza da vitamina D sono: rachitismo specie nei bambini, fragilità delle ossa, malformazioni ossee, debolezza muscolare e dolori intercostali.

Vitamina bassa: chi rischia di più la carenza?

  • persone che lavorano in posti senza luce solare: garage, stazioni sotto la metro, miniere;
  • persone che vivono ad alte latitudini, soprattutto in inverno: più ci si allontana dall'equatore e minore è l’esposizione alla luce solare
  • persone che per motivi religiosi indossano abiti che coprono la quasi la totalità del corpo;
  • persone con una dieta povera di vitamina D;
  • persone con compromessa funzionalità renale o epatica;
  • donne in gravidanza.
COPYRIGHT DONNAFEMMINILE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti